Province, rinviata la decisione della Consulta

LUCCA - Fumata nera sugli accorpamenti delle Province. La Corte Costituzionale ha infatti rinviato l'udienza sui ricorsi presentati dalle Regioni contro il decreto Salva Italia.

-

corte_costituzionale_web-400x300.jpg

Il presidente della Consulta ha spiegato di voler attendere la pubblicazione dell’altro decreto, quello relativo agli accorpamenti, prima di far pronunciare la Corte sul complesso dei provvedimenti presi dal governo Monti sulle province. Verra’ quindi fissata una nuova data per esaminare i ricorsi delle regione.
A Lucca, la prima reazione alla mancata decisione della Consulta è stata quella del presidente della Provincia, Stefano Baccelli. Ed è stata una reazione particolarmente dura.
“Il rinvio deciso dalla corte è un fatto grave – ha detto Baccelli – è una scelta che di fatto sospende la Costituzione”.
Secondo Baccelli non c’è nessuna motivazione giuridica che possa giustificare il rinvio del giudizio della Corte sui ricorsi delle Regioni.
La Consulta – ha concluso il presidente della Provincia – si sta trasformando da presidio della legittimità costituzionale a luogo della confusione istituzionale e della mediazione politica”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento