La grande festa Virtus

ATLETICA - 500 persone per festeggiare una grande società che da tanti anni porta in alto il nome di Lucca nel mondo sportivo italiano. La palestra al coperto del Campo Martini ha ospitato la cena sociale della Virtus CRLucca.

-

19_11_atletica_virtus.jpg

Una festa per ringraziare tutte le persone che ogni giorno lavorano con bambini e giovani, ma anche gli sponsor, le istituzioni e gli amici speciali come il capitano della nazionale di atletica Nicola Vizzoni e la medaglia di bronzo nel salto triplo alle Olimpiadi di Londra Fabrizio Donato. Per la Virtus è un momento importante: grazie al rinnovo della partnership con la Cassa di Risparmio di Lucca, la società guidata dal presidente Montinari e da Sergio Martinelli può guardare al futuro con più ottimismo. E questa straordinaria cena sociale infonde ancora più entusiasmo.
La cena di fine anno è stata l’occasione per parlare del futuro. Sul podio sono così saliti i nuovi acquisti fra cui spiccava il campionato italiano di lancio del giavellotto Giacomo Puccini, al ritorno in maglia biancoceleste.
Tantissimi i premi assegnati nel corso della serata. La Stella di bronzo al merito sportivo del Coni a Ferdinando Caturegli, i riconoscimenti agli allenatori del settore giovanile e ai preparatori degli atleti assoluti, il premio Enzo Sansoni assegnato quest’anno ai ragazzi e ai dirigente dell’Allegra Brigata di Marlia, il premio Severi Pasquale attribuito all’allenatore Bruno Bianchi e poi quello speciale riservato ad Achille, il mitico custode del Campo Martini.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento