Province, verso il voto del maxiemendamento

LUCCA - Dopo il sì della commissione senato allo scorporo di Lucca e Massa dal provincione costiero, si attende il voto finale sul maxiemendamento province. Ma i sindaci di Pisa, Livorno, Massa e Carrara vogliono l'area vasta.

-

Un passo in avanti importante ma non ancora decisivo. La decisione della commissione affari costituzionali del Senato di scorporare le province di Lucca e Massa Carrara dal cosiddetto provincione costiero concretizza la speranza di salvare il ruolo di Lucca capoluogo e di mantenere sul territorio gli uffici decentrati dello Stato. Adesso però il testo del maxiemendamento sul riordino delle province dovrà essere approvato definitivamente dalla stessa commissione e poi dall’aula, crisi di governo permettendo.
L’emendamento riguardante Lucca era stato presentato dal senatore Andrea Marcucci e altri parlamentari. La decisione della commissione è stata commentata positivamente dal presidente della Provincia di Pisa, Andrea Pieroni e dal senatore Pdl Altero Matteoli. I sindaci di Pisa, Livorno, Massa e Carrara insistono invece sulla costituzione della provincia d’area vasta.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento