La via della carta in Toscana

LUCCA - E' questo il titolo del nuovo progetto culturale-turistico promosso da Lucense con l’obiettivo di valorizzare la storia dell’industria cartaria nelle province di Lucca e Pistoia.

-

17_01_via_carta.jpg

Il percorso ha preso il via con un convegno organizzato al Polo Tecnologico di Sorbano nella sede di Lucense, società pubblico privata che opera nei settori della ricerca e dello sviluppo industriale.
Grazie ai 2 milioni e mezzo di euro stanziati dal Ministero dell’Economia tramite Arcus Spa, mezzo milione stanziato dalla Regione e al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, “La via della carta” prevede l’ampliamento del Museo della Carta di Pietrabuona di Pescia, la realizzazione di un itinerario tra le valli di Pescia e Villa Basilica e una serie di studi sulla storia dell’industria cartaria, iniziati con un lavoro del professor Renzo Sabbatini.
Dalla cartapesta di Viareggio, passando dal grande polo attuale di Porcari e Capannori, fino Villa Basilica e Pescia, “La via della carta” intreccia economia e cultura.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento