Posti salvi a Carrefour, Kme conferma 275 esuberi

PROV. LUCCA - Giornata dal doppio volto per tanti lavoratori. La trattativa sindacale di Carrefour si è conclusa con un buon accordo, mentre Kme ha confermato il suo piano industriale.

-

28_01_kme.jpg

Oggi a Firenze si è tenuto un nuovo incontro dedicato alla vicenda Kme. L’azienda ha confermato il suo piano industriale che prevede 275 esuberi in tutta Italia, con la chiusura di un forno fusorio a Fornaci di Barga, la chiusura dello stabilimento LIME di Campo Tizzoro e il ridimensionamento di Serravalle Scrivia. “Questo piano – ha motivato Kme – è l’unica strada per rilanciare l’attività”. I sindacati hanno ribadito il loro no ai licenziamenti e risposto proclamando altre 16 ore di sciopero.
A Lucca, invece, è stato siglato l’accordo tra sindacati e Carrefour che nelle scorse settimane avevano presentato la procedura di mobilità con 39 esuberi. I licenziamenti sono stati scongiurati con l’applicazione dei contratti di solidarietà.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento