Kme non vuole smantellare

FORNACI DI BARGA - "Vogliamo restare in Toscana, non c’è alcun piano di smantellamento". Così i vertici di Kme hanno risposto alle sollecitazioni di Regione, Provincia di Lucca, Comuni di Barga e San Marcello Pistoiese.

-

A Firenze questa mattina si è tenuto a Firenze convocato dall’assessore regionale alle attività produttive Gianfranco Simoncini.
Le istituzioni hanno chiesto all’azienda di trovare una soluzione alla vertenza aperta poche settimane fa con la messa in mobilità di 180 dipendenti negli stabilimenti di Fornaci di Barga e Campo Tizzoro per garantire la permanenza nel lungo periodo sul territorio regionale di questa importante realtà produttiva. I vertici di KME hanno espresso la volontà di restare in Italia e in Toscana. E proprio per questo le istituzioni hanno sottolineato che tenere acceso il forno Asarco di Fornaci potrebbe essere considerata un concreto segnale della volontà dell’azienda di restare sul territorio.
Intanto nelle prossime ore a Viareggio si terrà una riunione di sindacati e rsu di tutti gli stabilimenti Kme in Italia per fare il punto della situazione sullo stato delle trattative e decidere come agire nei prossimi giorni.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento