Prove tecniche di… Castelfranco

CALCIO D - Innocenti mischia le carte nell’amichevole del Porta Elisa che la Lucchese ha disputato con l’Urbino Taccola. Solo la difesa e’ scontata con Rossi al posto di Carli. Elia Chianese e' lo specialista degli spareggi.

-

18_4_13__lucchese.jpg

Prove tecniche di Castelfranco, Virtus Castelfranco pardon, quella emiliana poiche’ c’e’ anche l’omonima squadra veneta, per la Lucchese che giovedi’ pomeriggio ha disputato una bella galoppata al Porta Elisa contro l’Urbino Taccola, compagine che milita in Eccellenza ove peraltro ha gia’ staccato una tranquilla salvezza. A tre partite dalla fine i rossoneri paiono lanciati ormai verso i playoff anche se in realta’ classifica e matematica suggeriscono che vanno ancora suggellati da qualche bel risultato. Gia’, gli spareggi della post-season. Nella Lucchese c’e’ un giocatore che piu’ di altri ha vissuto le affascinanti gare della post-season: Elia Chianese. Il fantasista rossonero li ha disputati e spesso vinti con le maglie di Pizzighettone, Lecco e Spezia. Ed allora chiedere allo “specialista” i segreti su come affrontare quel tipo di partita ci e’ parso perlomeno ovvio. Concretezza, carattere e un pizzico di frotuna ecco la ricetta del popolare “Schizzo”. Intanto nell’amichevole contro i biancorossi dell’Urbino Taccola mister Innocenti si e’ divertito a mischiare le carte. In realta’ la difesa schierata sara’ quella anche al “Ferrarini” con: Galli, Rossi, al posto dello squalificato Carli, Espeche e Angeli davanti a Casapieri. Da rivedere il pacchetto mediano poiche’ non crediamo che sara’ quello formato da Gatto, Del Giudice e Redomi, autore ques’ultimo anche di un bel gol di testa su cross di Galli. In avanti hanno giocato Pettrone alla trequarti alle spalle di Chiarabini e Canalini. Troppi mammasantisima pero’ in panchina per non pensare che Innocenti si sia limitato al classico prove tecniche di…formazione. Per la cronaca la partita si e’ conclusa con la vittoria dlela Lucchese per 2 a 0. Reti di Redomi e Aliboni su punizione.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento