Il Comune sblocca 13 milioni per le imprese

LUCCA - L’ente di Palazzo Orsetti ha sbloccato 13 milioni per il pagamento delle aziende creditrici.Una boccata d’ossigeno ma ancora indici puntati contro il patto di stabilità.

-

Proseguono gli effetti positivi del decreto legge 35 che permette agli enti locali di sbloccare fondi per il pagamento delle imprese. In una riunione presso la CNA di Lucca, il sindaco Tambellini e l’assessore allo sviluppo economico Sichi hanno ufficializzato lo stanziamento di 13 milioni da destinarsi al pagamento delle scadenze verso le aziende creditrici. Di questi, 4 milioni saranno pagati entro giugno , 2 entro luglio e i restanti 7 saranno spalmati tra settembre e dicembre. Una vera e propria boccata d’ossigeno per le imprese, che arriva dopo il pagamento da parte della provincia di oltre 7 milioni di euro serviti per il saldo di 276 mandati di pagamento. Anche in questo caso però, è stato sottolineato come il patto di stabilità impedisca alla pubblica amministrazione di sbloccare risorse ben più importanti, in grado di dare un vero e proprio slancio all’imprenditoria locale, come ad esempio la messa a norma dei 62 edifici scolastici comunali. Solo investimenti di carattere pubblico, infatti, hanno la possibilità di impattare in maniera significativa sull’economia delle imprese. In quest’ottica – ad esempio – sono i finanziamenti che la Fondazione Cassa di Risparmio ha messo a disposizione per gli interventi di restauro delle mura urbane. Risorse che hanno l’obiettivo di coinvolgere soprattutto le imprese locali.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento