Mura, 500 anni; al via i lavori di restauro

LUCCA - I cinquecento anni delle Mura urbane: più che per i festeggiamenti veri e propri, soldi ed energie saranno dedicati ai lavori di ristrutturazione del massimo monumento cittadino.

-

I cinquecento anni delle Mura urbane: più che per i festeggiamenti veri e propri, soldi ed energie saranno dedicati ai lavori di ristrutturazione del massimo monumento cittadino, che proprio in grande forma non è. Questo il messaggio lanciato alla presentazione del Cinquecentenario delle Mura dal sindaco Alessandro Tambellini. Tra paramento, illuminazione, sortite e casermette il da fare non manca, anche alla luce dei guai più recenti del monumento, con la crepa apertasi a Porta Elisa.
Il grosso dei soldi per gli interventi, anche stavolta, lo mette la Fondazione Cassa di Risparmio. Sette milioni di euro. Altri due e mezzo arriveranno dalla Regione.
Tra gli interventi più attesi c’è la ristrutturazione della Casa del Boia, che dovrebbe ospitare un museo e diventare, tramite un ascensore, il punto di accesso per i disabili alle mura. E poi la casermetta del Baluardo San Salvatore, l’ex canile, che potrebbe diventare un punto di supporto per i visitatori delle mura e in particolare per gli amanti dello sport. I cantieri apriranno nel giro di pochi giorni.
Oltre i lavori, c’è il capitolo dedicato agli eventi per celebrare le mura. Saranno una cinquantina e andranno avanti per un anno intero. Molti sono ancora in via di definizione, ha detto l’assessore comunale alla cultura Patrizia Favati. intanto si parte il 4 ottobre con la conferenza in San Francesco di Umberto Eco e Philippe Daverio. Il 5 ottobre la Notte Bianca sulle Mura e l’apertura delle porte cinquecentesche.
Infine, il logo dei cinque secoli delle Mura. Lo ha disegnato uno studente del Liceo Artistico di Lucca, Pietro Bertucci. Ha ricevuto apprezzamenti. Sotto questo aspetto il cinquecentesimo delle Mura è partito bene.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento