Cima: “Penalizzato dalla scarsa affluenza”

VIAREGGIO - La sua era una missione quasi impossibile e la bassa, bassissima affluenza alle urne di certo non l’ha aiutato. Cima, ex assessore della giunta Lunardini, ha raccolto poco più di 5.300 voti, il 25% del totale.

-

La sua era una missione quasi impossibile e la bassa, bassissima affluenza alle urne di certo non l’ha aiutato. Non crede di aver sbagliato niente Antonio Cima, il candidato del centrodestra, battuto nettamente al ballottaggio da Leonardo Betti. Cima, ex assessore della giunta Lunardini, ha raccolto poco più di 5.300 voti, il 25% del totale, una manciata di preferenze in più rispetto al primo turno. Ed è proprio la scarsa affluenza alle urne che secondo Cima ha deciso l’esito del ballottaggio.
Per Cima e il centrodestra versiliese ci sarà tempo per riflettere su quanto accaduto e sugli errori commessi negli ultimi cinque anni, da quella netta vittoria di Luca Lunardini con il 61% su Andrea Palestini. Sembra passato un secolo.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento