Ma la Pugilistica non ci sta

PUGILATO - Clamorosa protesta di Giulio Monselesan e dei suoi ragazzi che hanno improvvisato una doccia sulla strada adiacente la tribuna coperta del Porta Elisa. Da cinque giorni costretti ad allenarsi senza luce ed acqua.

-

8_6_13__pugilistica.jpg

Stavolta la Pugilistica Lucchese non è salita sul ring bensì è scesa in piazza, anzi in strada. Clamorosa e curiosa la protesta di Giulio Monselesan e dei suoi ragazzi che da lunedì scorso sono costretti ad allenarsi in condizioni davvero difficili, per non dire precarie. Senza luce e acqua calda e nella semioscurità quando ormai incombono le luci della sera. Così venerdì sera intorno alle 20 Monselesan e ad i suoi pugili si sono presentati così sotto la tribuna coperta dello stadio Porta Elisa per fare una simbolica, ma non solo, doccia al termine dell’allenamento e ribadire la loro rabbia verso una situazione di contenzioso tra Lucchese Calcio e Comune che gli sta creando notevoli disagi. Vedremo se nei prossimi giorni la situazione si sbloccherà. Riteniamo che ciò dovrebbe avvenire per il bene di tutti e l’immagine stessa dello sport lucchese. Nei giorni scorso anche Aldo Brasca, presidente della Federazione Pugilistica Italiana, nonchè ex-atleta della Pugilistica Lucchese, aveva preso posizione in merito tanto che la vicenda ha ormai ampiamente valicato i confini provinciali.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento