San Luca: 5 milioni per allagamenti e viabilità

LUCCA - Tre firme da 5 milioni di euro. E’ stato siglato a Palazzo Ducale il protocollo d’intesa tra Provincia, Comune di Lucca e Asl2 con cui si dà avvio ai lavori della zona intorno al nuovo ospedale San Luca a San Filippo.

-

L’atteso intervento prevede la messa in sicurezza e l’adeguamento del reticolo idraulico per prevenire gli allagamenti e il completamento della viabilità di accesso al nosocomio, attualmente limitata all’area ovest.
Complessivamente la Asl anticiperà per conto della Regione 5 milioni di euro. 1 milione sarà utilizzato dalla Provincia per il completamento del canale demaniale del Soccorso e degli altri canali minori. Al Comune di Lucca andranno 3 milioni e mezzo di euro per realizzare un altro accesso, sul lato est, al nuovo ospedale. Su questo fronte, per motivi tecnici, i tempi saranno piuttosto lunghi. I lavori si chiuderanno nel dicembre 2014 mentre il nuovo ospesale dovrebbe entrare in funzione a febbraio. Per 9 mesi, dunque, il San Luca avrà un accesso solo, ma nei prossimi mesi gli enti locali lavoreranno per rendere minimi i disagi.
Parlando della zona di San Filippo, Tempagnano, Arancio e Antraccoli, Tambellini ha annunciato uno stop alla cementificazione nel prossimo piano strutturale. Tema legato a doppio filo con quello della sicurezza idraulica, affidata in gran parte alla Provincia. Questo sabato, tra l’altro, è in programma la manifestazione dei comitati cittadini. Questi lavori, ha spiegato il presidente Baccelli, forse non risolveranno del tutto i problemi, ma saranno molto importanti.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento