I carabinieri sventano il sequestro di due turisti a Bangkok

LUCCA - I carabinieri di Lucca hanno contribuito a sventare il sequestro di due turisti italiani a Bangkok in Thailandia.

-

cara3.jpg

I due Danilo De Vito e Antonio De Muro, romani, erano stati sequestrati in un albergo da quattro agenti della polizia thailandese e da un cittadino uzbeko che chiedevano per il loro rilascio 47mila euro. De Vito però è riuscito a contattare con il telefonino il fratello Ermete, maresciallo in servizio al comando dei carabinieri di Lucca. Il maresciallo ha quindi avvertito l’ambasciata italiana a Bangkok, che ha allertato la polizia locale. E’ scattato il blitz, e tre sequestratori sono stati arrestati, altri due sono latitanti. L’episodio, riaccende il dibattito sulla corruzione delle forze di polizia e l’importanza di garantire la sicurezza dei turisti in alcuni paesi.
I due turisti adesso sono sotto scorta e per rientrare in Italia dovranno attendere almeno l’avvio del processo, a carico dei poliziotti, la prossima settimana.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento