Preso il rapinatore ‘gentiluomo’

PORCARI - La collaborazione tra carabinieri e polizia ha permesso nel giro di pochi giorni di arrestare il bandito che mercoledì scorso aveva rapinato il Monte dei Paschi in piazza Felice Orsi.

-

Bandito gentiluomo era stato definito, perchè dopo la rapina, volto scoperto e trincetto in mano, si era scusato con i dipendenti dell’istituto. Bandito anche un po’ imprudente, perchè il suo viso è stato ripreso chiaramente dalle telecamere della sorveglianza interna e perchè per entrare ha lasciato le sue impronte digitali all’ingresso automatico della banca, come qualsiasi altro cliente. Come hanno raccontato il dirigente della squadra volante della polizia Leonardo Leone e il comandante dei carabinieri della Compagnia di Lucca, Lorenzo Angioni, le forze dell’ordine, con questa base di partenza e anche grazie alle testimonianze, sono risalite rapidamente all’identità del rapinatore. Paolo Anfossi, 63 anni, di Sanremo, il responsabile di altre due tentate rapine in banca nei giorni precedenti, a Pistoia e a Prato. Dopo il colpo a Porcari, che aveva fruttato 3500 euro, era andato in Costa Azzurra, presumibilmente a godersi il bottino nei casinò della zona. Stava rientrando in Italia in treno, quando a Ventimiglia è stato fermato dalla Polizia e dalla Polfer, che lo stavano aspettando al varco.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento