Pall. Lucca tiene testa al grande Siena

BASKET - Ottima prova dei biancorossi nell’amichevole di lusso giocata martedì sera al Palatagliate. I campioni d’Italia vincono 93-81. Molto buone le indicazioni per coach Russo a 20 giorni dall’inizio del campionato.

-

18_9_13__pall._lucca_ok.jpg

Una bella serata di sport in cui si è vista una bellissima partita. Una sfida appassionante in cui i lucchesi non hanno affatto sfigurato con la squadra che ha vinto gli ultimi sette scudetti e le ultime cinque edizioni della Coppa Italia. Finisce 81-93 per i biancoverdi in un appuntamento che per molti dei lucchesi ha un sapore particolare, a partire da Lorenzo Marruganti, per anni direttore sportivo a Siena, dove ha contribuito al primo scudetto della storia, fino a Sgobba, che con la Mens Sana ha giocato, e vinto, nelle giovanili.L’attesa è tanta al Palatagliate e coach Russo ripropone il quintetto delle ultime uscite con Parente, Deloach, Di Giacomo, Santarossa e Banti. L’avvio è subito spumeggiante e si parte con una tripla di Carter al quale risponde Parente dall’arco. Poi Siena sale subito di tono ed è una schiacciata di Hackett in traffico a dare il via all’allungo iniziale (5-15). Lucca alterna alcune azioni a zona per arginare i centimetri in area e i risultati arrivano con due punti di Banti e una tripla di Motta. Dall’altra parte però Viggiano entra subito in partita con due triple consecutive. La riscossa arriva nel secondo quarto con una tripla di Panzini (20-25) e Sgobba che ha un ottimo impatto e si rivela un terminale molto efficace nell’area pitturata. Deloach segna dall’arco e un lay-up di Parente (alla fine 21 punti con Deloach a quota 22) sulla sirena porta le squadre a un canestro di distanza (45-48). Si esce dagli spogliatoi e Santarossa segna il -2 (48-50) e anche se i lucchesi non riescono mai a mettere il naso avanti, stanno sempre in scia fino alla fine regalando una bella serata di pallacanestro. Molto soddisfatti dirigenti e tecnici lucchesi: da patron Susanna a coach Russo fino al presidente Montorro.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento