Ancora battaglia sulle parti civili

LUCCA - Seconda udienza del processo per il disastro ferroviario di Viareggio. Le interviste all'avvocato di Ferrovie, Carla Manduchi e a Daniela Rombi, presidente dell'Associazione familiari vittime.

-

E’ stata ancora la battaglia sull’individuazione dei responsabili civili e sulla costituzione delle parti civili a tenere banco nella seconda udienza del processo per il disastro ferroviario di Viareggio, celebrata al Polo Fiere di Lucca. La battaglia scaturisce dall’offensiva lanciata dai legali delle persone e delle società imputate. Secondo i legali delle difese molte delle parti civili presentate non hanno in realtà diritto ad entrare nel processo, non solo enti o associazioni ma anche persone legate in qualche modo alle vittime.
L’avvocato di Rete Ferroviaria Italiana, Carla Manduchi, ha chiesto l’esclusione dalle parti civili di vari soggetti, tra cui Regione Toscana e Provincia di Lucca.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento