Ma che brutta ArcAnthea

BASKET ADECCO SILVER - Secca sconfitta interna dei biancorossi di Mecacci travolti da un solido Casalpusterlengo. Si salva solo Parente che non può festeggiare al meglio il suo compleanno. Il riscatto passa da Reggio Calabria.

-

Brutto stop casalingo per l’Arcanthea Pall. Lucca che rimedia un pesante passivo contro un’Assigeco Casalpusterlengo abile a chiudere tutti gli spazi in area e a far valere la propria intensità difensiva. Finisce 78-64 per gli ospiti coi biancorossi avanti nel punteggio fin quasi all’intervallo lungo ma poi spazzati via per le scarse percentuali da tre punti ed un eloquente parziale di 10 a 30 nel terzo/quarto. E pensare che l’impatto iniziale era stato confortante per Lucca tanto da costringere coach Zanchi a ricorrere subito al time-out. Ma è nella ripresa che ArcAnthea e i suoi uomini migliori, vedi Conger e Deloach, calano vistosamente. Inizia così il monologo degli ospiti che con Vencato spaccano la partita e poi trovano i canestri da tre di Sant-Roos ma anche di Ricci e Bonessio. Il parziale di 2-16 porta il tabellone sul 36-57 e Parente, uno dei pochi a salvarsi, in panchina per 4 falli. Il playmaker lucchese non ha potuto festeggiare nel migliore dei modi il suo compleanno. Massimo vantaggio ospite sul 38-65 grazie ai liberi di Ricci, da quel momento Lucca prova la reazione di orgoglio che partono proprio dalle mani di Parente che segna 10 punti nell’ultimo periodo. La squadra di coahc Mecacci lotta fino in fondo per provare perlomeno a limitare la differenza-canestri. Ma non c’è nulla da fare. Una sconfitta da archiviare in fretta in attesa della trasferta sul campo della blasonata Viola Reggio Calabria sperando di rivedere all’opera un’altra Pallacanestro Lucca.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento