Bollette allo stadio, Comune e Lucchese ai ferri corti

LUCCA - Lunga conferenza stampa del presidente della Lucchese Andrea Bacci, sulla querelle in corso con il Comune per il pagamento delle utenze del Porta Elisa.

-

Deciso, a tratti arrabbiato e parecchio deluso. E’ durata più di un’ora la conferenza stampa del presidente della Lucchese Andrea Bacci nella sala conferenze del Porta Elisa. Una ferita secondo il numero uno rossonero che si riapre dopo sette mesi dal’infuocata estate 2013. Insomma la querelle tra la società rossonera e il Comune di Lucca sembra davvero senza fine. Il nodo del contendere, che anche in questi giorni festivi ha fatto discutere l’opinione pubblica lucchese, è relativo ad utenze che Bacci ha definito gravose e che alla fine si è scoperto ammontare a circa 50mila euro. Il presidente rossonero ha ripercorso tutta la vicenda con il distacco della corrente elettrica che serve anche altre realtà come Pugilistica Luchese e Lucca United. E poi la denuncia alla Procura per verificare l’effettiva esistenza di un abuso d’ufficio da parte dell’Amministrazione Comunale.
Per inciso Bacci ha anche mostrato le bollette quietanziate che poche ore prima l’Assessore Massimo Tuccori aveva reclamato per provvedere al loro saldo. Ma al di là di una risoluzione sulla questione in tempi più o meno brevi, resta di fondo l’incertezza sul futuro anche se il presidente pare avere le idee piuttosto chiare e non è affatto propenso a gettare la spugna.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento