Il Tar: “subito il sostegno agli studenti disabili”

LUCCA - L’ordinanza cautelare del Tar Toscana del 10 gennaio ha riconosciuto il diritto ad avere sin da subito le ore negate in questo anno scolastico per 25 alunni diversamente abili di Lucca e Pisa.

-

Dopo la riunione dello scorso ottobre alle scuole Chelini, la prima ondata dei ricorsi collettivi di ben 45 famiglie, assistite dall’avvocato Marco Tavernese, contro i tagli al sostegno per gli alunni diversamente abili ha ottenuto un primo importante successo: l’ordinanza cautelare del Tar Toscana del 10 gennaio ha riconosciuto il diritto ad avere sin da subito le ore negate in questo anno scolastico per 25 alunni diversamente abili di Lucca e Pisa; inoltre, per altri 8 alunni, il Tar ha preso atto dello “spontaneo” aumento delle ore di sostegno didattico deciso da parte delle scuole, in seguito alla presentazione dei ricorsi.
La notizia è stata comunicata dal Coordinamento “Scuola pubblica Bene Comune” della Provincia di Lucca
e dal sindacato Cobas scuola Lucca, secondo i quali il Tar Toscana con questa decisione ha confermato che il diritto all’integrazione mediante le ore di sostegno dei disabili è un diritto soggettivo assoluto non condizionabile da vincoli economici o di organico.
Le Amministrazioni scolastiche si legge nel provvedimento del Tar dovranno provvedere ad integrare le ore di sostegno dovute entro 30 giorni dall’emissione dell’ordinanza, quindi entro e non oltre il 9 febbraio.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento