Lucca tra futuro e lotte nel PD

LUCCA - Il giorno dopo l'attacco da parte del segretario comunale Francesco Bambini, arriva la risposta del sindaco Tambellini: "L'amministrazione agisce, ma rispettando tempi e regole".

-

“Il confronto all’interno dei partiti ha dei luoghi deputati, io da parte mia rispondo ai cittadini lucchesi e tengo sempre salda la barra del bene comune”. Non si è fatta attendere la risposta del sindaco di Lucca Alessandro Tambellini al duro attacco pubblico del neo segretario comunale del Partito Democratico Francesco Bambini che aveva deciso di chiedere al primo cittadino, attraverso un comunicato alla stampa, di rilanciare la sua azione di governo, impantanata in questioni poco chiare come le proiezioni natalizie, il sito di promozione turistica, la vicenda della Lucchese e il futuro del Campo di Marte. Il sindaco Tambellini ha scelto un profilo basso, ma preciso rispondendo con una lettera da amministratore e non da politico. “Da tempo il Comune sta lavorando per capire quale sia la scelta migliore per l’ex ospedale – ha scritto”. Tambellini boccia l’idea di riunire qui tutte le forze di polizia, così come proposto dal presidente della Provincia Baccelli, promuove invece l’ipotesi Questura, oltre a una cittadella dei servizi alla persona e un campus scolastico. Insomma, l’amministrazione comunale ha tante idee, ma vuole un confronto pubblico e valutare l’impegno economico. Su tutte le altre vicende sollevate da Bambini, il sindaco preferisce non intervenire, ma tra le righe lancia una stoccata a quella che sembra una polemica tutta interna al Pd e alle sue correnti: “Mi sembra che talvolta si predichi “trasparenza” – dice Tambellini – mentre però al contempo si suggerisce al Comune di assumere atteggiamenti in linea con un certo velleitario dirigismo illuminato”. Tutto nel giorno in cui Baccelli, sicuramente vicino a Bambini, è uscito di nuovo allo scoperto con un comunicato in cui ringrazia la Fondazione CRL per l’annuncio del sostegno a eventuali progetti riguardanti Campo di Marte, Mercato del Carmine ed ex Manifattura e in cui dice che Lucca ha bisogno di un piano progettuale condiviso.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento