Alimac più…forte. il CGC s’inchina

HOCKEY A1 - La capolista espugna il Palabarsacchi (4-1) e conferma la propria forza e le ambizioni stagionali. Grande Pedro Gil, autore di una doppietta. Primo posto ipotecato per il Forte; il Centro scivola al quarto posto.

-

Il derby vale di più, in tutti i sensi. Quello numero 52 della storia se proprio vogliamo ha un sapore ancora più intenso: può costituire una sorta di passaggio di consegne dopo anni di dominio viareggino. Il Palabarsacchi accoglie CGC e Alimac Forte dei Marmi con una cornice spettacolare di colore e calore che forse solo l’hockey versiliese sa proporre e offrire in Italia. Le ultime due sfide di campionato sono finite in parità (7-7 e 1-1) e la partita si profila equilibrata anche se i rossoblu ospiti sembrano avere qualcosa di più. Intanto difendono il primo posto, ormai quasi inattaccabile, anche se la poule-scudetto spesso è un’altra storia. Avvio guardingo di entrambe le squadre coi tecnici Crudeli e Mariotti che si conoscono alla perfezione. Il match si sblocca ad un manciata di minuti dalla fine del primo tempo. E’ Pablo Cancela a portare in vantaggio il Forte dei Marmi per la gioia delle centinaia di tifosi rossoblu al seguito. Il CGC prova a reagire soprattutto in avvio di ripresa ma Pedro Gil, il fuoriclasse, è tale perchè sa decidere e cambiare volto alle partite. Suo il raddoppio a metà ripresa che pare congelare il match e ammutolisce l’impianto viareggino. Ma il derby è pur sempre il derby e vale anche la legge dell’ex firmata Martin Montivero che accorcia le distanze e riapre per il sospiro stavolta del popolo bianconero. Finale palpitante coi padroni di casa che esauriscono il bonus dei falli. Punizione libera che Pedro Gil, il fuoriclasse appunto, risolve con una giocata di altissima scuola che anche il portiere Barozzi vorrebbe applaudire. Chapeau o hasta la vista, fate voi, vista l’origine del campionissimo fortemarmino. Sul 3 a 1 la capolista completa il trionfo con un micidiale contropiede finalizzato dall’altro spagnolo Tornèr. Finisce 4 a 1 per il trionfo dell’Alimac che conferma tutta la propria forza e che accederà alla poule-scudetto col rango di prima della classe. Il Centro scivola invece al quarto posto e, se le cose non cambieranno nelle ultime tre giornateprepariamoci, magari, ad un altro esaltante e lungo derby in semifinale.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento