I Carabinieri secondo i ragazzi

COREGLIA - Sono stati i carabinieri e i loro primi due secoli di storia al fianco dei cittadini italiani il tema di fondo del concorso nazionale di scultura organizzato dal Comune di Coreglia Antelminelli.

-

La sala consiliare ha ospitato la cerimonia di premiazione che ha visto protagonisti i ragazzi, i vertici comunali e quelli dell’arma. Le opere partecipanti al concorso sono arrivate da tutta Italia.
Coreglia è molto legata al tema della scultura. Basti pensare alle statuine di gesso che fanno parte della storia, della tradizione di questo antico Borgo. Oltre ai primi tre classificati, un premio speciale assegnato direttamente dalla locale stazione guidato dal comandante Fanello è andato alla vincitrice della sezione speciale Arma dei Carabinieri.
La giornata di festa è proseguita con l’intitolazione di una piccola piazza a Padre Frediano Carli, morto nel 2007, figura ricordata da Don Nando parroco di Coreglia. Poi, proseguendo per le strette vie di del borgo al suono della filarmonica Catalani, il taglio del nastro da parte della vincitrice Miriam Testi della mostra che raccoglie le opere partecipanti al concorso.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento