Stroncato dalla Finanza traffico internazionale di cocaina

FIRENZE - Anche Altopascio era una delle basi operative delle 16 persone arrestate questa mattina in tutta Italia dalla Guardia di Finanza.

-

4753_1

Secondo l’accusa gestivano un vastissimo traffico internazionale di cocaina e una delle loro basi operative era proprio ad Altopascio, in provincia di Lucca. I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Firenze hanno arrestato 16 persone in tutta Italia collegati alle “ndrine” degli Avignone e dei Paviglianiti. L’ipotesi di reato è quella di associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di sostanza stupefacenti, con l’aggravante del fine di agevolare associazioni mafiose. Le indagini erano partite dell’operazione «LUPICERA», conclusasi nel 2013 con l’arresto di 13 persone legati alla ‘ndrina dei «Facchineri», operante nella zona di Altopascio, risultati in affari con esponenti della famiglia Avignone.

Nell’ambito del nuovo filone investigativo, denominato “operazione GUFO 2013”, le Fiamme Gialle fiorentine hanno rilevato rapporti di affari illeciti tra gli Avignone ed affiliati alla “ndrina dei Paviglianiti”. La nuova organizzazione criminale, attraverso una fitta rete di contatti con trafficanti sudamericani era capace di far arrivare regolarmente ingenti quantitativi di cocaina in Italia. La droga era occultata all’interno di doppifondi ricavati in container con carichi di copertura (banane) o nascosta in blocchi di marmo. Le “merci”, imbarcate nei porti di Perù ed Ecuador, giungevano ai porti Italiani di Genova e Gioia Tauro. La finanza ha sequestrato 280 kg. di cocaina purissima che, una volta immessa sul mercato dello spaccio, avrebbe fruttato oltre 43 milioni di euro.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento