Dipendenti Gesam contro il sindaco e il Comune

LUCCA - Sono preoccupati e disposti a tutto i dipendenti del gruppo Gesam, la società lucchese di proprietà comunale che si occupa di gas ed energia elettrica. Il problema? La riorganizzazione societaria che il Comune intende realizzare entro il 31 marzo.

-

 

Il problema è semplice: Lucca Holding, la società che gestisce le varie partecipate del Comune, vorrebbe ristrutturare il gruppo Gesam. In particolare, spiegano i lavoratori, Gesam Gas e Gesam Energia dovrebbero confluire sotto la diretta dipendenza di Lucca Holding, mentre Gesam Spa dovrebbe occuparsi solo della distribuzione del gas. Un riassetto che secondo le indiscrezioni intercettate dai lavoratori prevederebbe l’uscita di scena del socio privato Toscana Energia da Gas ed Energia e un rafforzamento azionario (fino alla maggioranza) in Gesam Spa. E sono proprio i 45 lavoratori di Spa ad essere i più preoccupati. In occasione del consiglio comunale straordinario sull’8 marzo i dipendenti hanno manifestato di fronte a Palazzo Santini, consegnando al sindaco Tambellini un documento con le loro paure.

In una nota ufficiale il Comune di Lucca ha smentito operazioni societarie che concederebbero a Toscana Energia il predominio all’interno di Gesam SpA o comunque il controllo delle attività di distribuzione del gas sul territorio lucchese. Ma i lavoratori in sostanza non si fidano, anche perché l’operazione (che il Comune vorrebbe chiudere entro il 31 marzo) è già all’ordine del giorno del consiglio comunale, senza che i dipendenti conoscano i dettagli.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento