La “Circe” torna libera

VERSILIA - Maria Luigia Redoli, meglio conosciuta come la "Circe" della Versilia, è libera dopo avere scontato 24 anni di carcere, come riporta oggi La Nazione.

-

CIRCE

Era in carcere per essere stata accusata insieme all’amante Carlo Cappelletti dell’omicidio del marito Luciano Iacopi, avvenuto a Forte dei Marmi la notte del 17 luglio 1989, agente immobiliare che venne trovato ucciso con 17 fendenti nella sua abitazione.

Maria Luigia Redoli, oggi 76enne, ha lasciato definitivamente il carcere di Opera a Milano dove era reclusa, ottenendo la liberazione condizionale. Nei prossimi cinque anni non potrà allontanarsi dal domicilio in orario notturno.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento