Così nasce la nuova Lucchese

CALCIO LEGA PRO - Il mercato entra nel vivo, anche per la Lucchese che tra poco più di un mese inizierà ufficialmente la nuova stagione. Dopo l'annuncio del nuovo tecnico, Francesco Baldini, si attendono i primi movimenti: tra uscite, conferme e arrivi.

-

 

Ora che il nuovo allenatore c’è: Francesco Baldini scalpitante di iniziare la nuova avventura in rossonero, per lui che alla Lucchese ha vissuto parecchi anni da calciatore. Ora che il presidente Bacci ha rotto gli indugi parlando apertamente di ambizioni, risollevando l’entusiasmo piuttosto sopito degli ultimi anni. Ora la parola, e i fatti, passano al DG Giovanni Galli che dovrà mettere a disposizione di Baldini la nuova Lucchese tra conferme, partenze e…arrivi. In tema di partenze fa notizia il più che probabile addio alla casacca rossonera di Fabrizio Lo Sicco che indubbiamente è stato tra i maggiori e migliori protagonisti dell’ultimo campionato. Otto reti in campionato più uno in Coppa Italia per un bottino senza dubbio importante. Il piccolo centrocampista-goleador pare destinato alla Pistoiese  cui ha rifilato un paio di perle. Restando sulla vecchia guardia sembra vicino l’accordo con Marco Espeche che dunque continuerà nella sua ormai quinquennale avventura in rossonero. Altri due elementi storici, quali Calistri e Nolè, dovrebbero incontrare a breve Galli. Su Calistri ci sono anche altre squadre ma il 27enne difensore centrale di Montecatini Terme vorrebbe rimanere all’ombra delle mura. Piuttosto delineato anche il futuro di Nicola Mingazzini che salvo inaspettati colpi di scena sarà ancora uno dei perni del centrocampo. Così come tra i pali dovrebbe rimanere Giuseppe Di Masi, pure nel mirino della Pistoiese. Da valutare, invece il futuro dei vari Ferretti, Pagano e Pizza  in base anche alle idee di Baldini anche se i giocatori bravi sono pur sempre graditi. Dalle parole ai fatti. Già nei prossimi giorni i vari tasselli dovrebbero cominciare ad incastonarsi e un pò alla volta prenderà forma la Lucchese 2015/2016.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento