Nasce lo spumante della Garfagnana

CAMPORGIANO - Grazie ad un progetto realizzato dall'Unione dei Comuni della Garfagnana e finanziato dalla regione Toscana, sono stati recuperati 20 vitigni autoctoni della zona, dai quali è stato realizzato il primo spumante interamente garfagnino.

- 1

Presentato presso il Centro La piana a Camporgiano, il frutto del progetto portato avanti da quattro anni dall’Unione dei Comuni per il recupero della coltura della vite in Garfagnana. ll Prof Claudio D’Onofrio del dipartimento di Scienze Agrarie Alimentari dell’Università di Pisa, ha descritto lo stato di avanzamento e i risultati del progetto finanziato dalla Regione Toscana. Io studio è iniziato con la classificazione delle specie di vitigni presenti in Garfagnana: sono stati fatti 130 prelievi in alcune zone tra le più note come produzione di vino di 130 accessioni e per mezzo di un esame molto simile al DNA, sono risultate 50 varietà diverse, di cui 30 riconducibili a specie toscane e 20 autoctone della Garfagnana. Questo è un risultato straordinario che ha spinto il Prof D’Onofrio a raccogliere le uve negli ultimi due anni con lo scopo di vinificarle in spumanti della Garfagnana secondo il metodo classico. Durante l’incontro c’è stata la degustazione di questi spumanti alla presenza di amministratori locali e operatori del settore.

Commenti

1


  1. complimenti per il progetto interessante ed innovativo!

Lascia un commento