E’ una serie D da stakanovisti

CALCIO D - Mercoledì (ore 15) si scende di nuovo in campo per la 3a giornata di andata. Gare intene per le formazioni nostrane: il Viareggio riceve al Pini la Colligiana mentre il Ghiviborgo al Porta Elisa di Lucca attende la visita del Gualdo Casacastalda.

-

 

Senza tregua. Il campionato di serie D è partito forte e propone una settimana di quelle di fuoco. Mercoledì pomeriggio si scende di nuovo in campo, in quello che peraltro sarà anche l’unico turno infrasettimanale almeno relativamente al girone di andata. Cominciamo dal Viareggio reduce dalla bella vittoria di Spoleto. Potrebbero esserci alcuni avvicendamenti rispetto alla vittoriosa gara di domenica in Umbria nella gara interna contro la Colligiana allo stadio dei Pini. Ciò in considerazione che Pierini sta valutando l’opportunità di adottare un discreto turn over: inconbe la difficile trasferta sul sinteitico di Montemurlo. Tra le varie ipotesi non è da escludere l’impiego di Reccolani a centrocampo e forse in avanti una staffetta Sciapi-Rubino per cercare di salvaguardare il bomber andato a segno già due volte. La Colligiana viene dal pari interno (1-1) con la Sangiovanense e non dovrebbe costituire interlocuore impossibile.

Scontro-salvezza al Porta Elisa di Lucca tra Ghiviborgo e Gualdo Casacastalda nel match che pone di fronte le uniche due formazioni ancora a zero punti. Chiaro che in casa biancorossoazzurra esiste la forte volontà di incamerare i primi punti di questa nuova, affascinante ma durissima avventura. Del resto, seppur sconfitta, a Gavorrano la squadra di Pacifico Fanani non ha affatto sfigurato e probabilmente con maggiore attenzione poteva tornare a casa almeno con un pareggio. E’ arrivato anche il primo gol di De Gori e questo lascia ben sperare sapendo che il bomber Taddeucci aggiusterà la mira. Probabile il rientro di Fontanelli in porta che libererà il posto per un over e poi a testa bassa ma senza esagerare per scardinare la difesa degli umbri. Fischio d’inizio mercoledì alle ore 15.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento