Lucchese vincente ma a Bacci non piace

CALCIO LEGA PRO - La Lucchese batte nettamente (3-0) la Lupa Roma in una gara decisa già nel primo tempo. Reti di: Pozzebon, Fanucchi e Terrani. Ma a fine partita il presidente Bacci non è soddisfatto. Sabato prossimo trasferta a Macerata.

-

13_9_15_ Lucchese

Chi di 3 a 0 perisce, di 3 a 0 ferisce. E vince. In un pomeriggio ancora semiestivo di metà settembre la Lucchese debutta in modo positivo al Porta Elisa di fronte a circa un migliaio di tifosi non di più, segno di una campagna abbonamenti che stenta a decollare. Era temuta e temibile la gara contro la Lupa Roma dei nomi altisonanti ma ormai vetusti e che in realtà va alla voce “pratiche in archivio” dopo mezz’ora scarsa. L’uscita disperata del portiere Mangiapelo sull’ottimo Robert “Demiro” Pozzebon costa il rosso e l’inferiorità numerica alla formazione laziale dell’ex-Cucciari. Lo stesso Pozzebon qualche minuto più avanti e Fanucchi all’incedere dell’intervallo, sono chirurgici e precisi quanto basta per chiudere il conto. Il secondo tempo, con Terrani che arrotonda, è pura accademia calcistica e controllo, qualche volta anche un pò rischioso, ma in tal caso ci pensa l’attento Di Masi. Parrebbe tutto bello ma in realtà il presidente Bacci, intercettatto in sala stampa, non è poi così raggiante:

Tornando alla “prima” della Lucchese al Porta Elisa sul piano individuale come già detto è piaciuto il centravanti Pozebon, movimenti e tecnica da attaccante vero, che dovrà casomai imparare ad essere un pò meno egoista. Bene anche Fanucchi che ha raccolto più applausi che fischi nella sua infinita querelle coi tifosi. Ed ancora il solito Mingazzini in mezzo al campo; discreto anche il debutto del giovane Maini come difensore centrale. E poi il portierone Di Masi che costituisce una sicurezza assoluta. Solo la domenica di riposo per la truppa di Baldini che già lunedì pomeriggio riprenderà la preparazione. Sabato c’è infatti la trasferta di Macerata dove rientrerano Benvenga e probabilmente debutterà Mori al centro della difesa.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento