Il Prato più verde della Lucchese

CALCIO LEGA PRO - Altro derby al Porta Elisa per la Lucchese che attende la visita domenica (ore 17,30) del Prato di De Petrillo. Gara sulla carta abbordabile anche se la formazione laniera è notoriamente ostica. Baldini conferma a grandi linee la squadra-tipo con l'unica variante di Calcagni al posto di Ashong. Fanucchi grande ex di giornata.

-

3_10_15_ Lucchese

Rifinitura al Porta Elisa porte chiuse, che ovviamente non possiamo mostrarvi, per la Lucchese dopo una settimana vissuta invece sui campi dell’Acquedotto. Baldini non vuol svelare le proprie mosse nè tantomeno concedere alcun vantaggio al Prato che domenica nel tardo pomeriggio (ore 17,30) calerà al Porta Elisa. Secondo derby consecutivo per Nolè e compagni dopo quello positivo ma non del tutto, è mancata la vittoria, col blasonato Siena. I rossoneri cercano la seconda vittoria stagionale dopo quella netta ottenuta qualche settimana fa a spese della Lupa Roma. Tre punti che potrebbero corroborare la classifica nel contesto di un campionato dove tutto è possibile e dove forse tranne 3-4 squadre, le altre sembrano tutte ma proprio tutte, alla portata. Settimana proficua per la Lucchese che ha lavorato bene ma soprattutto ha recuperato elementi importanti. Uno su tutti Riccardo Calcagni che ha smaltito la contusione alla caviglia sinistra e che torna disponibile e arruolabile. Probabile che sia lui la novità nello schieramento anti-Prato con relativo arretramento di Nolè sulla linea dei terzini ed esclusione di Ashong. Detto che è rientrato l’allarme su Mingazzini, perno e regista di questa Lucchese, ecco il probabile undici rossonero: Di Masi in porta; Benvenga, Espeche, Mori e Nolè in difesa; Calcagni, Mingazzini e Monacizzo cerniera mediana; Terrani e Fanucchi, grande ex di giornata, a sostegno della punta centrale Pozzebon. Parliamo di un prato che arriva a Lucca sulla scia di un avvio stagionale non proprio esaltante. Qui vediamo i lanieri in occasione della gara interna di sabato scorso contro la Lupa Roma e finita 1 a 1. Una prova non certo esaltante per i ragazzi di mister De Petrillo che hanno faticato e rischiato molto contro un avversario che la Lucchese come suddetto aveva invece spazzato via con una certa facilità. Ma i confronti indiretti si sa sono sempre insidiosi da proporre. ecco perchè il Prato, che ha fuori Ghidotti per squalifica e che ha in Capello uno degli elementi più pericolosi, andrà comunque affrontato con assoluto rispetto. Tutto è possibile, lo ribadiamo, ma nulla è facile nè tantomeno scontato.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento