Aumentano gli incidenti stradali mortali in provincia

LUCCA - Il rapporto ACI - ISTAT riguardante il 2014 sugli incidenti stradali registra un brusco aumento dei sinistri con esito mortale anche nella nostra provincia. Lo scorso anno, a perdere la vita sulle strade della provincia sono state 26 persone, 4 in più del 2013.

- 1

Brusco aumento degli incidenti stradali mortali. Il trend positivo innescato nel 2013 che aveva visto calare il tasso di mortalità per gli incidenti stradali, si è  interrotto. Secondo i dati dell’ultimo rapporto ACI-ISTAT, riferiti all’anno 2014, a livello nazionale sono oltre 3300 i decessi avvenuti sulle strade, per un tasso di diminuzione dello 0,6 per cento. Nel 2013 la flessione registrata per la mortalità era del 9,8 per cento.  Anche la provincia di Lucca segue il trend nazionale: 2036 incidenti totali (1988 nel 2013) che hanno provocato 26 morti, quattro in più rispetto allo scorso anno. Nel solo comune di Lucca sono stati 6 i morti e 721 i feriti, per un totale di 538 incidenti: cifre che si attestano come le più alte su tutto il territorio provinciale. Seguono Viareggio (427 incidenti, 4 morti e 522 feriti) e Camaiore (239 incidenti, 3 morti e 304 feriti). La più alta percentuale di sinistri si è concentrata nei mesi estivi: tra giugno e agosto, infatti, sono stati 648 gli incidenti, con il picco a luglio dove le segnalazioni sono state 224 di cui 6 si sono rivelate mortali. Secondo il direttore di Aci Lucca Luca Sangiorgio, le strade da percorrere per aumentare la sicurezza stradale sono in linea di massima due.

Commenti

1


  1. Come dico sempre.. se si vuol risolvere un problema,,, bisogna guardarlo negli occhi,,, e non cercare scuse,,, e sempre le stesse prese di posizioni ( autovelox–telelaser )) … In primo piano quando un incidente è causato da una persona che non ha la patente , bisognerebbe capire perché quella persona stava circolando ,,, questo non è un incidente stradale ,,, è un reato causato da altre negligenze .. Poi la colpa di tanti sorpassi azzardati ,,, tra mezzi agricoli, le APE ( non gli insetti che producono il miele ) , poi certi automobilisti che in mezzo alla strada con il braccio di fuori ,,, viaggiano a 23, 56 Km/h ,, per non parlare dei ciclisti in gruppo,,, anche qui l’ incidenza del perché di tanti incidenti crollerebbe… Poi i pedoni che visto che NESSUNO gli multa mai , si sentono nella possibilità di viaggiare e attraversare come gli pare…. tanto poi la patente la ritirano a quell’ altro,,,, bisogna aprire gli occhi ,,,, e poche regole e gli incidenti crollerebbero

Lascia un commento