Schianto sulla via di Tiglio, muore 18enne; gravi altri tre giovani

CAPANNORI - Un ragazzo di San Ginese, Giovanni Fazio, 18 anni, è morto martedì notte in un incidente verificatosi sulla via di Tiglio a Pieve San Paolo. Feriti in modo grave anche gli altri tre passeggeri dell'auto

- 1

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, poco dopo la mezzanotte,la Citroen Xsara sulla quale stavano viaggiando i giovani, è sbandata andando a sbattere contro lo spigolo di un’abitazione. Nessun altro veicolo è rimasto coinvolto nell’incidente. Per il diciottene non c’è stato niente da fare. In gravi condizioni gli altri tre giovani, uno sempre di San Ginese ed altri due di Colle di Compito. Sul posto, allertati da alcuni testimoni del tragico scontro, sono intervenuti i vigili del fuoco per estrarre gli occupanti dall’abitacolo ridotto ad un ammasso di lamiere dal tremendo impatto. Secondo  alcune testimonianze, la Citroen Xsara  stava provenendo da Lucca quando, all’altezza dell’alimentari di via di Tiglio, il conducente ha perso il controllo, andandosi a schiantare prima contro lo spigolo di un’abitazione e poi contro la facciata di un’altra casa dalla parte opposta della strada. I medici del 118 intervenuti sul posto hanno trasportato i tre feriti in condizioni gravi all’ospedale San Luca, mentre Giovanni Fazio, il diciottenne che sedeva accanto al conducente,è deceduto sul colpo. Il ragazzo era originario di San Leonardo in Treponzio e frequentava L’istituto Giorgi di Lucca.

Commenti

1

  1. pier luigi petroni


    Notizie del genere ti fanno pensare e sopratutto pensi a quella mamma e papà che vivranno il Natale come un giorno tremendo . Poi bisognerebbe capire cosa non ha funzionato . .il perché e come sia successo . … Credo che lo stato dovrebbe responsabilizzare anche i passeggeri non solo il guidatore . Troppe volte bisogna litigare per costringere l uso delle cinture di sicurezza nella parte posteriore . Tutti quando sono in un auto devono sentirsi aiuto al guidatore . Troppe volte distratto o inneggiato a manovre pericolose . Un sentito saluto ai familiari . Pier luigi

Lascia un commento