La campagna americana di Tatiana Pieri

TENNIS - Risultati davvero lusinghieri per Tatiana Pieri nella sua lunga tourneè in Centro e Sudamerica. Due tornei di doppio vinti oltre alla finale in Ecuador, ma soprattutto il numero 56 nella classifica mondiale Juniores. Tatiana si è assicurata la partecipazione a Rolland Garros, Wimblendon e US Open under 18.

-

 

Tatiana ha grinta e carattere da vendere. Lo sapevamo, ma la conferma è arrivata dalla lunga e quasi estenuante tourneè, chiamiamola pure spedizione sportiva che la poco più che 16enne tennista lucchese ha effettuato in Centro e Sudamerica. Tatiana è partita da casa subito dopo Natale, addirittura il 27 dicembre, per partecipare con la staff azzurro giovanile ad una serie di tornei che potevano darle un punteggio utile in vista del 2016. Tatiana partiva dal numero 290 a livello juniores e si ritrova dopo un mese al numero 56, Mica male, no ? Nel dettaglio vanno registrati i due successi nel doppio, in coppia con l’altra azzurrina Federica Bilardo, in Costa Rica ed Ecuador, ma anche la finale sempre in Ecuador nel torneo di singolare battuta solo dalla fortissima russa Pervushina, un autentico crac. Quarti di finale raggiunti anche in Costa Rica e Venezuela mentre si è fermata gli ottavi in Colombia. Obiettivo dunque pienamente raggiunto visto che aver guadagnato oltre 240 posizioni nel ranking mondiale consentirà a Tatiana di accedere al tabellone principale dei più prestigiosi tornei mondiali under 18: dal Rolland Garros a Wimbledon fino agli US Open. Papà Ivano sarà soddisfatto. Ora un periodo di riposo prima di affrontare i prossimi impegni quando entrerà in scena anche la sorella maggiore Jessica. Dal 15 febbraio le Pieri saranno di scena in tornei da 25mila &: ancora in bilico tra Alpenkirchen (Colonia) in Germania e la più esotica e suggestiva ma anche dispendiosa Nuova Dehli in India.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento