La Virtus CR Lucca deve fare 17.200 punti

ATLETICA - Manca poco più di un mese al primo appuntamento importante della stagione per la Virtus CR Lucca. Il 7 e 8 maggio a Pontedera la squadra lucchese cercherà di realizzare subito il punteggio di 17mila che le consentirebbe di confermare la finale Oro in programma a Milano.

-

 

Lo scorso anno la Virtus si superò compiendo l’impresa di raggranellare il punteggio-record di oltre 18mila punti (18.081 per esattezza) che valse alla società del presidente Adriano Montinari la qualificazione alla finale Oro di jesolo dove poi conquistò un magnifico e storico settimo posto. Quest’anno, almeno sulla carta, il compito degli uomini del DT Matteo Martinelli parrebbe leggermente più semplice visto che la soglia da toccare è di appena (si fa per dire) di 17.200 punti. Tra la carta suddetta e la pista o le pedane che dir si voglia, la differenza la fanno però gli atleti e le prestazioni che dovranno essere subito convincenti. In effetti il primo degli appuntamenti della fase regionale, che stabilranno le magnifiche 12 della finale Oro di Milano, è fissato per il 7 e l’8 maggio a Pontedera. Dunque poco più di un mese al rendez-vous che la Virtus vuole subito decisivo. L’idea del DT Martinelli è infatti quella di schierare subito la squadra migliore con l’unica doverosa eccezione di Marcel Jacobs Lamont che tra l’altro è uno degli atleti P.O. (probabili olimpici) e che la Virtus avrà eventualmente solo all’Arena di Milano. Già ma la qualificazione va conquistata con un punteggio come dicevamo di 17mila punti che dovrebbe essere largamente alla portata della squadra virtussina che oltre a Jacobs ha perduto un elemento del calibro di Alessando Orsi ma che che ha rimpolpato la squdara con innesti di ottimo livello e che vede la costante crescita di alcuni giovani. Ecco perchè in casa-Virtus regna la fiducia e si spera di poter chiudere il discorso-qualificazione già ai primi di maggio.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento