Lucchese, una doppia Romagna per capire

CALCIO LEGA PRO - Prosegue la preparazione della Lucchese in vista del doppio confronto interno con Santarcangelo e Rimini. Due gare delicatissime che serviranno a capire come e quanto la squadra rossonera dovrà soffrire. Mingazzini reintegrato e Fanucchi, oltre a Sartore, armi importanti per Baldini.

-

2_3_16_ Lucchese

Fatti, non parole, dopo che martedì pomeriggio ha parlato a lungo Galli e in attesa di sentire anche la versione oratoria del Baldini-2. Dieci partite per capire e sapere se sarà davvero sofferenza fino alla fine. Le due gare interne consecutive con Santarcangelo (domenica prossima ore 17,30) e con il Rimini sabato 12 marzo, sempre alle 17,30, ci diranno se la Lucchese riuscirà a tirarsi fuori dal mischione in cui è finita dopo un avvio di 2016 e di un girone di ritorno davvero orribili. Doppia sfida alla Romagna dunque per ripartire ma soprattutto per risalire la corrente. Sulle immagini delle relative gare di andata è chiaro che il buon Baldini non ha la bacchetta magica però è altrettanto assodato che dovrà sfoderare praticità e lucidità in egual misura. La squadra dovrà rigenerarsi sul piano fisico ma soprattutto mentale. Abbastanza evidente che anche il recupero di elementi del calibro di Fanucchi, Sartore e del reintregrato Mingazzini costituirà una boccata d’ossigeno nel ventaglio delle scelte del tecnico rossonero. Tra l’altro la gara di andata con il Santarcangelo suscita spiacevoli ricordi per l’allenatore di Massa che proprio contro i gialloblu romagnoli vide miseramente affondare la sua creatura in una finale rocambolesco con la Lucchese avanti fino al 90esimo e poi incredibilmente sconfitta per 2 a 1. Quale migliore occasione di riscatto ?

Lascia per primo un commento

Lascia un commento