La primula rossa rapinava banche da sei anni

LUCCA - Dopo l'arresto in flagrante da parte dei carabinieri il 12 aprile scorso, il bandito gentiluomo che si scusava con gli impiegati delle banche, ha confessato 34 rapine in Toscana e Emilia.

-

4_7_16_ rapinatore

Il 12 aprile scorso stava per compiere una rapina a Barga quando i carabinieri lo lo arrestarono con l’accusa di essere il bandito che travisato con maschera di gomma ma sempre usando modi gentili, piu’ volte aveva colpito sulla Piana ein mediavalle fuggendo poi in bicicletta. Oggi e’ emerso che sono ben 34 i colpi (tra rapine e tentate rapine) compiuti da Francesco Ugolini, 60enne di Bagni di Lucca. Prese di mira, dal 2010 al 2016, filiali in provincia di Lucca ma anche a Bologna, Modena, Firenze e Pistoia. Alla base della decisione di lasciare l’attivita’ di pasticcere per diventare un criminale a tutti gli effetti, il tracollo finanziario della sua azienda e la mancata concessione di un prestito da parte del Monte dei Paschi. Per questo motivo, stando a qyuanto dichiarato in sede di interrogatorio, erano prorio le filiali dell’istituto di credito senese ad essere prese di mira. Quasi costante il modus operandi: dopo svariati sopralluoghi Ugolini si portava nella zona della banca con un furgone sul quale trasportava una bici o uno scooter. Una volta scaricati i mezzi venivano usati per poche centinaia di metri per arrivare alla filiale e per fuggire ritornando a nasconderli subito sul mezzo da lavoro con il quale si allontanava poi indisturbato. Sono state quindi individuate le 34 rapine che hanno consentito al bandito di entrare in possesso della somma di 80.166 euro.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento