Il rap italiano fa ballare al Summer Festival

LUCCA - Lucca voleva il rap e l'ha avuto. Potremmo dire così giocando sul titolo della serata che ha chiuso la seconda settimana del Summer Festival. Circa 2.000 i giovani arrivati da tutta Italia per il maxi concerto che ha visto alternarsi sul palco i quattro moschettieri del rap italiano: Clementino, Guè Pequeno, Marracash e Fabri Fibra.

-

 

Ad aprire la serata il rapper Napoletano Clementino. Poi è stata la volta di Guè Pequeno: occhiali da sole e pantaloni a vita bassissima, ha infiammato il pubblico con i suoi pezzi. Subito dopo Marracash con le sue rime che hanno fatto ballare la piazza. A chiudere il veterano del gruppo: Fabri Fibram considerato uno dei precursori capaci di portare il rap all’attenzione delle major.

Per il Lucca Summer Festival inizia la settimana più intensa: mercoledì Anastacia e i Simply Red, giovedì Negramaro, venerdì Beppe Grillo e sabato Marco Mengoni.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento