La raccolta delle olive è già iniziata, produzione in calo ma di qualità

PROVINCIA DI LUCCA - E' entrata nel vivo la raccolta delle olive. Gli agricoltori hanno anticipato la raccolta per evitare i danni della mosca olearia. Frantoi già operativi.

-

 

La raccolta delle olive è entrata nel vivo, un pochino prima rispetto al solito. Colpa dei morsi della mosca olearia che ha “morso” quasi un olivo su cinque e di una stagione non perfetta che ha costretto gli olivicoltori della provincia di Lucca a muoversi prima per evitare di perdere ulteriore raccolto. Si produrrà meno olio, a causa delle rese minori, per preservare la qualità e garantire al consumatore – e al mercato – un prodotto all’altezza delle aspettative. Intanto i frantoi sono già aperti: è il segnale che la stagione è iniziata.

Secondo le stime in Toscana la riduzione media di produzione si attesterà intorno al 17%. Molto più pesante invece la previsione a livello nazionale con il 38% in meno di raccolto.

A preoccupare i produttori e le loro associazione però è ancora ancora la concorrenza sleale e la mancanza di trasparenza: 2 bottiglie di olio su 3 contengono prodotto straniero proveniente per oltre il 60% dalla Spagna, il 25% dalla Grecia, ma per quasi il 10% da un paese extracomunitario come la Tunisia. Le raccomandazioni sono sempre le solite: “Leggere bene le etichette e dubitare delle confezioni di olio che costano pochi euro”. Anche perchè in annate come queste dove la produzione è minore, il prezzo dell’olio buono, per forza di cose, aumenta un po’.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.