Maltempo: danni e disagi a causa del forte vento

PROVINCIA DI LUCCA - Ha smesso di piovere intensamente in provincia di Lucca, ma i forti temporali di ieri e di stanotte, uniti ad un fortissimo vento, stanno continuando a provocare disagi.

-

 

 

Nella giornata di sabato i cumulati massimi di pioggia sono arrivati ad oltre 200 millimetri. Nella notte tra sabato e domenica è stato il vento a provocare i danni maggiori: forti raffiche fino a circa 90 Km/h a Piazza al Serchio e nella Piana di Lucca hanno assunto carattere simile a trombe d’aria.

Circa un centinaio gli interventi dei vigili del fuoco a causa del vento. Soprattutto a Piazza al Serchio i pompieri hanno lavorato per molte ore per mettere in sicurezza i tetti delle case devastati dalla tromba d’aria che ha colpito questa zona nel tardo pomeriggio di sabato. Quattro i nuclei familiari che sono stati evacuati.

Nel comune di Capannori, un albero è caduto sulla scuola primaria di Pieve San Paolo. Sul posto sono subito intervenuti i tecnici comunali e i vigili del fuoco. L’edificio non ha comunque riportato danni strutturali e così dopo la rimozione della pianta, gli ingegneri hanno dato il via libera per il regolare svolgimento attività didattiche a partire da lunedì.

A Massa Macinaia, nella zona del campo sportivo, gli alberi caduti sulla linea elettrica hanno lasciato una dozzina di famiglie senza energia elettrica dall’una di sabato notte.

A Porcari, dove sabato c’erano stati i problemi maggiori (queste immagini girate dalla Protezione Civile si riferiscono al ponte sopra via Toschino), rimane ancora sotto osservazione il livello del Rio Leccio. Rimanendo ai corsi d’acqua il Serchio, costantemente monitorato dal Genio Civile Toscana Nord, ha raggiunto la portata di 640 mc/sec a Lucca, con un picco di piena che è transitato sabato notte.

Anche in Versilia sono numerosi gli allagamenti e gli alberi caduti segnalati ai vigili del fuoco. Questa è la situazione in cui versava domenica mattina il Lungo Molo Marinai d’Italia. I militari della Guarda Costiera hanno aperto i varchi e i cancelli interni alla Banchina Lenci, in modo da agevolare la sicurezza del traffico veicolare. Questo è il livello del Canale Burlamacca all’altezza della passerella pedonale domenica mattina. Qualche ora prima l’intervento di Capitaneria e Vigili del fuoco aveva scongiurato l’affondamento di un natante.

Interventi sono stati necessari anche per la rimozione di piante cadute e smottamenti, che hanno interessato la viabilità in tutto il territorio provinciale, impegnando anche personale dei Comuni e della Provincia. La strada SR12 (via Vecchia per Pisa) in prossimità della stazione ferroviaria di Ripafratta in provincia di Pisa è rimasta interrotta per molte ore a causa della caduta di alberi secolari. Una frana ha interessato la strada comunale di Deccio di Brancoli (Comune di Lucca). Sono in corso le verifiche da parte dei tecnici e degli addetti del Comune di Lucca per capire l’entità del problema e valutare gli interventi da compiere. La strada risulta attualmente chiusa.

Sono Capannori, Porcari, Altopascio e Montecarlo i comuni della provincia di Lucca interessati dal nuovo avviso di allerta meteo emesso dal Centro Funzionale Regionale (CFR) di monitoraggio emesso oggi. Si tratta del prolungamento dell’allerta arancione relativa alle giornate di sabato e domenica per rischio sul reticolo idraulico principale valido fino alle ore 16 di domani, lunedì 7 novembre. L’allerta in codice arancio, infatti, riguarda solo alcune zone della Toscana tra cui quella classificata A4 (Valdarno inferiore) relativa al territorio della Piana di Lucca, escluso il capoluogo. Anche se le previsioni meteo riferiscono di un graduale e lento miglioramento c’è la possibilità di formazioni di piene nel reticolo principale viste le ulteriori precipitazioni di oggi e, soprattutto, il grado di saturazione del suolo.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento