La testa in avanti e un occhio all’indietro

CALCIO LEGAPRO - In attesa della partita che chiudera' l'anno solare contro Olbia, la Lucchese da qualche settimana ha iniziato a guardare la classifica da un'altra angolazione. Senza preoccuparsi cioe' di una zona retrocessione che è stata lo spettro di un lungo periodo, ma badando soprattutto ai risultati delle compagini che guidano la graduatoria.

-

Il girone e’ infatti saldamente in mano all’Alessandria, squadrone costruito e poi rinforzato per ammazzare il campionato. Pierino Braglia e i suoi ragazzi hanno 50 punti frutto di 15 vittorie, 5 pareggi e nessuna sconfitta. Ben otto punti in piu’ della Cremonese che ormai dovra’ accontentarsi del play off. A quota 39 c’è il Livorno, nobile decaduta del granducato di Toscana che nel girone di andata ha dovuto pero’ fare in conti con una serie di infortuni e di contrattempi che ne hanno minato il cammino. Con la Lucchese gli amaranto condividono a quota 19 il secondo posto nella speciale classifica dei gol subiti guidata dall’Alessandria con 13. Ci sono poi l’Arezzo che si trova a 36, e la sorpresa Renate che con 32 punti sopravanza i rossoneri di una lunghezza.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento