Il liceo musicale si trasferisce in S.Agostino

LUCCA - Primo giorno di scuola del 2017 che è coinciso, per gli studenti del liceo musicale "Passaglia" col taglio del nastro della nuova sede ricavata nel convento di S.Agostino dopo un intervento di ristrutturazione iniziato nel febbraio 2015

-

 

Taglio del nastro per la nuova sede del liceo musicale Passaglia, nel complesso di S.Agostino. Il primo giorno di scuola del 2017, per gli studenti e gli insegnanti, è coinciso infatto con il termine dei lavori di ristrutturazione ed adeguamento funzionale della struttura ricavata in gran parte del convento trecentesco. Un lavoro che in meno di un anno ha portato ad un risultato insperato, come sottolineato dalla dirigente scolastica Maria Pia Mencacci, e reso possibile grazie alla sinergia tra gli enti, primi tra tutti la provincia, il ministero della pubblica istruzione, il demanio e la Fondazione Cassa di Risparmio, che insieme alla Provincia e al Ministero ha finanziato l’intervento. Da oggi dunque i 180 studenti del liceo musicale, abbandoneranno i locali inadeguati di via della Corticella per trasferirsi in questa nuova struttura, che questo progetto di recupero ha ridonato alla cittadinanza lucchese. Durante gli interventi istituzionali, l’importanza della sinergia tra gli enti è stata ribadita un po’ da tutti gli intervenuti, tra cui il sottosegretario al ministero dell’istruzione Gabriele Toccafondi, il direttore dell’ufficio scolastico regionale Domenico Petruzzo, l’assessore regionale Cristina Grieco e il senatore Andrea Marcucci presidente della commissione istruzione e beni culturali del Senato. Per il futuro del complesso, la Provincia sta lavorando insieme al Demanio per acquisire anche la seconda ala dell’ex convento, in modo da ottenere un finanziamento di 1,2 milioni di euro per il recupero anche di quella porzione di edificio. Ciò permetterebbe di ricavare ulteriori spazi per nuove aule di studio, nuovi locali per la musica, nonché un parcheggio per le biciclette.

 

 

 

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.