Una giornataccia rossonera, ma la Lucchese ora è spuntata

CALCIO LEGA PRO - La sconfitta interna con il Pontedera interrompe l'ottimo momento della Lucchese. Tra i motivi di riflessione il lungo digiuno dal gol: la squadra di Galderisi non segna ormai da tre partite. Merlonghi e Nolè analizzano il match. Domenica prossima (ore 14,30) trasferta sul campo della Lupa Roma.

-

Una Lucchese opaca e spuntata. Volendo analizzare a freddo la sconfitta interna contro la bestia nera Pontedera, poichè ormai così si può chiamare la squadra di Indiani e Giovannini, risalta agli occhi del semplice e umile cronista che in 90′ la squadra di Galderisi non ha mai tirato in porta. E questo è un dato che deve far riflettere. Così come riteniamo che tornando indietro forse il Nanu avrebbe optato per una formazione leggermente più spregiudicata inserendo magari fin dall’inziio un centravanti di ruolo come Raffini. Ma al di là della punta in più o in meno tutto il complesso è parso appannato e non in grande giornata. Che poi Kabashi abbia trovato il jolly al 91esimo questo ha reso la domenica ancora più amara. L’analisi della sfida infarcita da tanti ex nelle parole di capitan Nolè e di Merlonghi.

Intanto la squadra ha ripreso la preparazione in vista della delicata trasferta di domenica prossima (ore 14,30) sul campo della Lupa Roma: si giocherà all’Olindo Galli di Tivoli. Galderisi si consola col rientro di Bruccini e Mingazzini in mediana, la loro assenza si è sentita e non poco. Per il resto dovranno cambiare però il ritmo e la determinazione della squadra tornando magari sui livelli ammirati solo la settimana scorsa ad Arezzo. Probabile infine che il ritorno dei due esperti centrocampisti non costituisca la sola novità della partita in terra laziale.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento