Nuove prospettive della tutela penale dei beni culturali

LUCCA - Passa da Lucca il percorso che presto porterà il Consiglio d'Europa e i suoi stati membri all'adozione di una Convenzione internazionale in materia di reati relativi ai beni culturali, tema che sarà al centro del prossimo G7 in programma a Firenze il 30 e 31 marzo prossimi.

-

La Scuola IMT, di concerto con il Segretariato del Consiglio d’Europa e con il patrocinio del Ministero della Giustizia e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, ha organizzato, infatti, un importante seminario internazionale dal titolo: “Nuove prospettive della tutela penale dei beni culturali”.

Il programma dei lavori si articola in due momenti. Il pomeriggio del 3 febbraio che è stato dedicato al monitoraggio e all’approfondimento del negoziato in corso al Consiglio d’Europa. Durante la mattinata del 4 febbraio invece, alla presenza dei ministri Orlando e Franceschini,  sarà descritto e analizzato il quadro della situazione normativa italiana ed europea sul tema della tutela penale dei beni culturali, per valutarne le prospettive evolutive.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.