Oliver Stone e Lucca, amore a prima vista

LUCCA - Arrivato in città per ricevere il premio alla carriera nell'ambito del Lucca Film Festival Europa Cinema, il regista americano ha incontrato la stampa in un botta e risposta che ha abbracciato, ovviamente, anche la politica internazionale oltre che la sua filmografia. Stone si è detto molto affascinato dalla città, dove resterà fino sabato

-

 

E’ arrivato in città il grande regista americano Oliver Stone, a Lucca per ricevere il premio alla carriera nell’ambito del Lucca Film Festival Europa Cinema. Il primo appuntamento organizzato è stato quello dell’incontro con la stampa all’interno del complesso di San Micheletto. Inevitabile che, con un personaggio di questo calibro, molte delle domande abbiano riguardato la politica internazionale e soprattutto quella degli Stati Uniti sotto la guida di Donald Trump, domande che il regista non ha evitato, sottolineando comunque che l’America non dipende interamente dalle decisioni del suo presidente e che anzi, molte realtà produttive e finanziarie hanno una propria agenda indipendente dalle decisioni di Trump o di Obama prima di lui. Un accenno è stato fatto anche al suo prossimo lavoro, un documentario sulla Russia con una lunga conversazione con il presidente Putin che per la prima volta ha parlato direttamente in inglese senza l’intermediazione di un interprete, ma sul cui contenuto il regista non si è voluto sbilanciare. Infine le sue impressioni sul Festival lucchese dove venerdì sera riceverà il premio alla carriera al cinema Astra.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento