Invasione di lavarone in spiaggia: “Servono procedure rapide”

CAMAIORE - Ancora un paio di giorni per dire addio all'invasione di lavarone sulla spiaggia di Lido di Camaiore, nel tratto di 500 metri al confine con Marina di Pietrasanta, in ginocchio da domenica per le montagne di materiale spiaggiato arrivato dal mare.

-

 

Si lavora di notte – per non disturbare i bagnanti di giorno e per non mettere a rischio i bambini tra ruspe e camion – per liberare l’arenile dalle tonnellate di sporcizia maleodorante che rende impraticabile il mare nel cuore della stagione. Un’emergenza che torna ogni anno in Versilia, affrontata in due modi diversi. A Pietrasanta il lavarone è stato sotterrato e la battigia è quasi tornata alla normalità. A Lido viene rimossa e portata all’impianto del Portone. Diversità di procedure che hanno portato allo scontro i balneari delle due località che adesso chiedono chiarezza e rapidità.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.