Nel 2018 sara’ realizzata la nuova rotatoria a Zone

CAPANNORI - Più vicina la realizzazione della rotatoria di Zone all’incrocio tra la Pesciatina e via Don Emilio Angeli. Si sono infatti conclusi gli accordi con i privati per la cessione delle aree e l’abbattimento degli immobili che si trovano negli spazi dove sorgerà l’opera viaria.

- 1

Lunedì (3 luglio) il Comune potrà quindi inviare alla Regione la cantierabilità dell’opera. Un passaggio fondamentale, questo, affinché nelle prossime settimane proceda l’iter amministrativo con l’affidamento dei lavori e a inizio 2018 apra il cantiere. Quello degli accordi con i privati è un risultato che segue l’ottenimento di un cofinanziamento di 120 mila euro da parte della Regione Toscana. Il Comune di Capannori, infatti, a primavera è risultato tra i vincitori di un bando regionale sulla sicurezza stradale. La rotatoria avrà un costo complessivo di 275 mila euro di cui 155 mila a carico del Comune, il resto della Regione. “La rotatoria di Zone è un’opera importante, che migliorerà la sicurezza stradale in uno degli snodi viari più importanti del territorio – spiega il sindaco, Luca Menesini -. La nostra amministrazione comunale sta lavorando con impegno affinché questo obiettivo venga raggiunto nei tempi prestabiliti. Contiamo di avviare i lavori a inizio 2018. Rilevante è anche stato l’ottenimento del cofinanziamento da parte della Regione Toscana, che ha riconosciuto la strategicità dell’opera per la mobilità della Piana. La rotatoria è particolarmente attesa anche dai cittadini e dal comitato paesano, con cui l’intervento è stato condiviso”. La rotatoria sorgerà laddove si incontrano la via Pesciatina, via della Cateratta, via don Emilio Angeli e via della Fratina. Questo incrocio è attualmente regolato da un semaforo, che sarà dismesso, che ha tempi di attesa molto lunghi dovuto alla conformazione stessa dell’intersezione, in parte a “T” ed in parte ad “Y”. Nelle ore di punta del giorno si generano lunghe code con conseguente aumento della sosta a motore acceso dei veicoli e quindi di inquinamento acustico e di emissioni nell’aria.

Commenti

1


  1. Se sarà vero, bravi. Quando le amministrazioni fanno il loro lavoro i cittadini se ne accorgono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.