Coro di no per l’isola ecologica accanto alla chiesa

LUCCA - Ha sollevato un coro di proteste l'apertura del cantiere per le analisi archeologiche per individuare il sito dove realizzare l'isola a scomparsa di piazza Santa Maria Corte Orlandini. I residenti contestano l'ipotesi di adiacenza alla chiesa, chiedendo di trovare una collocazione alternativa.

-

 

Eh no, l’isola ecologica a scomparsa accanto alla chiesa i residenti proprio non la vogliono. Al centro della questione, l’apertura del cantiere per i saggi archeologici accanto alla chiesa di Santa Maria Corte Orlandini in centro storico a Lucca. Comune di Lucca e Sistema Ambiente, con l’approvazione della Sovrintendenza, avrebbe individuato quell’area per la realizzazione di una nuova isola a scomparsa per la raccolta differenziata, ma la notizia ha scatenato un coro di polemiche tra i residenti e i fedeli che frequentano la chiesa che hanno anche iniziato una raccolta firme per chiedere di trovare una nuova collocazione.

Sul piede di guerra anche il priore della chiesa, padre Edmondo Rutolo, che ha scritto una lettera aperta al sindaco.

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento