Il Forte in silenzio stampa dopo il “caso” Anna Frank

HOCKEY - "Ribadiamo la nostra ferma condanna nei confronti di persone e situazioni che, anche per semplici atteggiamenti goliardici, non dimostrino il profondo rispetto dovuto sempre, comunque e a prescindere nei confronti della Shoah, confermiamo altresì la totale estraneità dell’ HOCKEY FORTE nei confronti di tali situazioni."

-

Così scrivono in un comunicato congiunto il Presidente del VHF Versilia Hockey Antonio Agostini e il Presidente dell’Hockey Forte Piero Tosi, dopo il posto di un tifoso “favorevole” all’utilizzo dell’immagine di Anna Frank come nel caso della tifoseria della Lazio. Per evitare accostamenti tra la società rossoblù e fenomeni di antisemitismo estranei al Forte, la società ha scelto il silenzio stampa.

“Ci vediamo nostro malgrado costretti ad adottare una forma di SILENZIO STAMPA ritenendo in questo modo di voler dare un segnale forte a TUTTO l’ambiente, inoltre dovuto per la tutelare tutto ciò che gravita attorno all’ HOCKEY FORTE: dai nostri tifosi, di cui si possono ricordare numerose iniziative umanitarie e di solidarietà, ai nostri sponsor e a tutte le persone che lavorano per noi e che niente hanno a che fare con tali implicazioni, per finire alle Associazioni e alla Pubblica Amministrazione che da sempre ci ha dimostrata forte collaborazione.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento