Si getta sotto il treno ma resta con i piedi amputati

VIAREGGIO - Una tragedia nella tragedia. Una signora di 52 anni, viareggina, ha tentato di togliersi la vita poco dopo l'ora di pranzo gettandosi sotto un treno lungo la ferrovia Viareggio-Lucca, all'altezza del passaggio a livello sulla via Aurelia al Varignano.

-

Evidentemente, non è andata come aveva immaginato. Quando è sbucata dalla vegetazione, la donna è stata sì travolta dal convoglio, che non ha potuto fare altro, ma è stata colpita solo agli arti inferiori. “Ho sbagliato, mi sono gettata di gambe e non di testa”, sono state le prime parole della sfortunata donna ai soccorritori. Vigili del fuoco, Carabinieri, Polizia Municipale sono accorsi in blocco sul posto, insieme ai sanitari del 118 che non hanno potuto fare altro che constatare l’amputazione del piede sinistro e la semiamputazione del destro.

La donna, ancora cosciente, è stata portata in codice rosso all’ospedale Cisanello di Pisa con l’elisoccorso Pegaso. Non sembra in pericolo di vita.

Il traffico ferroviario è rimasto bloccato fino alle 15.50 con il convoglio Viareggio-Lucca fermo sul luogo della tragedia. Cinque i treni Regionali coinvolti: oltre al treno investitore, 4 sono stati cancellati interamente o per parte del loro percorso. La viabilità è rimasta rallentata al quartiere Varignano per oltre un’ora. La donna aveva lasciato una lettera di addio, che adesso è in mano ai Carabinieri.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento