Ucci sfoglia la margherita; apre il Ciocco e torna l’Elba

MOTORI - Non mancono la ghiotte novità in vista del CIR 2018. Ancora in piena evoluzone il mercato-piloti mentre si torna al punteggio unico. Tra le corse si riaffaccia il rally dell'Isola d'Elba. Sarà ancora il 41° rally del Ciocco ad aprire le danze a marzo.

-

 

A poco più di dieci giorni dalla conclusione del CIR 2017 che ha segnato il decimo trionfo tricolore di Paolo Andreucci, ci si proietta già alla prossima stagione e ad un 2018 che si profila bello, intenso e ricco di novità. A cominciare dal mercato-piloti che è ancora in piena evoluzione, forse addirittura agli albori. A partire proprio dal dieci volte campione italiano, il pilota-stellato, che dovrebbe rimanere alla Peugeot magari con quei necessari e fondamentali aggiornamenti ed evoluzioni che gli consentano ancora di primeggiare per andare oltre ogni limite tecnico e…anagrafico. Ma Ucci pare ben intenzionato a proseguire in una carriera da leggenda. A cercare di contrastrarne il passo ci sarà ancora il romagnolo Simone Campededelli che in effetti è stato quello che più lo ha insidiato nel campionato appena concluso. Incertezza invece sulla permanenza di Umberto Scandola alla Skoda, almeno così gracchia radiomercato, Casomai non fosse confermato il pilota veronese si parla di un approdo in Skoda di Luca Rossetti, velocissimo ed esperto pilota friulano, brillante protagonista al recente Due Valli. Per quanto riguarda invece le corse in calendario pare assodato che sarà ancora il Ciocco, 18 o 25 marzo, ad aprire le danze. Tra le novità l’inserimento del rally dell’Isola d’Elba che torna così gli antichi splendori. Tra le gare confermate ci sono anche:Targa Forio, Due Valli e Sanremo. Più delicato il capitolo su sterrato anche se alla fine si andrà su Adriatico e San Marino. Infine si torna al punteggio unico senza la suddivisone in gara-1 e gare-2. E di questo sembrano tutti ben contenti.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento